“BALDESI”, SCUOLA CHE PREPARA AL LAVORO

Quasi tremila giovani diplomati, con una percentuale di placement superiore al 93%, oltre 950 aziende che ospitano studenti in stage e 31 edizioni del corso in gestione d’impresa. Sono i numeri della Scuola di Scienze Aziendali e Tecnologie Industriali “Piero Baldesi”, di Firenze, punto di riferimento, a livello nazionale, per la formazione giovanile di alto livello. Intitolata a Piero Baldesi, che la fondò nel 1985 insieme a Camera di Commercio, Comune, Provincia e Confidustria Firenze, con l’obiettivo di promuovere la formazione di figure professionali con qualifiche avanzate e facilitare l’inserimento nel mercato del lavoro, è diventata negli anni un polo di eccellenza, in grado di attrarre studenti da tutta Italia e con una percentuale di collocamento che supera il 93%. Oggi la Scuola offre percorsi di formazione avanzata nel campo della gestione d’impresa con tre aree di approfondimento specialistico: un’area dedicata al marketing e alla comunicazione, un’altra dedicata all’amministrazione e al controllo di gestione ed una terza sulle tecnologie industriali. Dal time management al web marketing, dal public speaking al corso di negoziazione, passando dagli approfondimenti in campo di economia aziendale (contablilità e bilancio), tenuti da docenti che rappresentano un’eccellenza a livello accademico ed aziendale: questa è Ssati.

“La nostra scuola rappresenta un modello educativo e formativo post diploma di riferimento sul territorio e persegue costantemente questo risultato coinvolgendo imprenditori, esperti, opinion leader ed istituzioni in un sistema strutturato per produrre contenuti, che siano un reale valore aggiunto per allievi ed imprese”, commenta il Presidente della Scuola di Scienze Aziendali e Tecnologie Industriali, Claudio Terrazzi. L’autentico valore aggiunto di questa realtà, tutta fiorentina, riguarda le aziende del territorio, che contribuiscono in maniera fondamentale alla vita della Scuola, accogliendo gli allievi in stage; facendoli crescere professionalmente e trasmettendo loro quei valori con i quali presentarsi nel migliore dei modi nel mondo del lavoro. L’intero percorso curriculare ha una durata di 18 mesi (6 per le competenze di base, 6 per le specializzazioni professionali, 6 per la verifica dell’acquisizione delle competenze, direttamente in azienda), mentre il corpo docente è composto da professori universitari, imprenditori, dirigenti e consulenti aziendali che hanno una diretta esperienza di impresa. Ultimo elemento cruciale riguarda il business tutors, ovvero il momento durante il quale i ragazzi mettono a frutto le competenze, presentando ad una platea di imprenditori, dirigenti e professionisti i business plan redatti sulla base di idee imprenditoriali. M.D.V.