HIC ET NUNC 1/17

DI Pietro Romano

 

Un adagio sostiene che la guerra è troppo importante per lasciarla fare ai militari. Ma spesso le guerre le hanno provocate scelleratamente, e condotte in maniera disastrosa, i civili. Insomma, a proposito di chi-deve-fare-che, ci pare molto più sensato dirla, con i milanesi di un tempo, “offelee, fa el tò mestee”, “pasticciere, fai il tuo mestiere”. Se, infatti, ognuno facesse al meglio quello che fa, il mondo procederebbe più diritto. Una regola che vale anche, è ovvio, per un argomento addirittura più importante, e dalle più profonde e diffuse conseguenze, della guerra quale la salute.

Per evitare di affidarci al dr. Google, in questi anni di trionfo del pressappochismo, dell’ignoranza, della malafede, che sfruttano con malsana sapienza soprattutto la rete, è di gran lunga preferibile fidarsi dei dottori (e degli esperti) in carne e ossa. Esattamente quanto si è preposto di fare Ore 12 Italia Sanità  per contrastare l’assordante rumore delle falsità in campo medico.

Questa rivista, lo teniamo a precisare, non è una pubblicazione scientifica. Vuole portare a conoscenza di un pubblico, speriamo vasto, le più recenti “rivoluzioni” nel mondo della medicina, un mondo in continua evoluzione a favore soprattutto dei pazienti. Non, beninteso, le “rivoluzioni” di cui il cittadino medio potrà beneficiare, se va bene, tra dieci anni, ma quelle fruibili ora o in breve tempo. Informazione, quindi, alta. Divulgazione ma di qualità e soprattutto utile. Non si ospitano ciarlatani che vendono panacee, ombra oscura che ha accompagnato la medicina dalla notte dei tempi, magari riverniciata in versione 2.0 orchestrata come sempre dai furbi per raggirare i gonzi e ora anche solo per contrabbandare stupidità.

Abbiamo scelto la carta stampata come veicolo prioritario perché sulla carta ci sembra di poter fissare meglio la dimensione di Ore 12 Sanità dentro il grande fiume delle idee, e dei comportamenti, in campo medico. Ma non desideriamo per nulla snobbare la rete, che ci potrà permettere, quando se ne riscontrerà il bisogno, un approccio più tempestivo alle questioni, ai problemi, alle soluzioni.

Il digitale, piaccia o meno, fa parte del nostro mondo in maniera sempre più presente. E, comunque, Internet non è il problema delle falsità in rete: dietro ogni falsità c’è, infatti, una precisa responsabilità umana.

Ore 12 Italia Sanità vuol favorire la circolazione dell’informazione e delle idee mettendo a disposizione  - anche fuori dalle comunità scientifiche – strumenti di approfondimento che aiutino ognuno a coltivare le proprie sensibilità alla prevenzione e alle cure. Lontani dal coltivare ansie, puntiamo a  diffondere consapevolezza sui possibili pericoli per la salute e a porre a disposizione dei lettori informazioni sui metodi più all’avanguardia (e meno invasivi) per combatterli, questi pericoli, e farci stare meglio.

Speriamo di riuscirci con la collaborazione delle nostre valenti firme e con la collaborazione di voi lettori che ci auguriamo propositivi, se ce ne ricorrerà il caso documentati critici, magari entusiasti sostenitori.