RHYTHMIA™: RICONFERMATA LA SICUREZZA E L’EFFICACIA DEL SISTEMA DI MAPPAGGIO

Boston Scientific Corporation (NYSE: BSX) ha annunciato - nel corso di un aggiornamento sui trial clinici tenuto al congresso della European Heart Rhythm Association (EHRA) a Barcellona - i dati relativi alle condizioni d’uso del sistema di mappaggio RHYTHMIA™ emersi dallo studio TRUE-HD. I dati hanno dimostrato che il sistema, quando abbinato al catetere INTELLAMAP ORION™, risulta sicuro ed efficace sia per il mappaggio sia per supportare il trattamento di molteplici aritmie. I dati sono riferiti anche un gruppo di pazienti che avevano avuto interventi di ablazione con fibrillazione atriale, effettuati con tecniche diverse e che non avevano dato esiti soddisfacenti

Lo studio internazionale TRUE-HD ha valutato la procedura, i risultati e la sicurezza per il mappaggio e l’ablazione di varie aritmie. A seconda del tipo di aritmia, i dati hanno mostrato un tasso di successo che ha raggiunto il 95,7%. In 222 pazienti, la procedura ha incluso la creazione di mappe di validazione per confermare la cessazione della aritmia. L’uso della funzione vMap™ prevista dal sistema RHYTHMIA ha permesso ai medici di valutare rapidamente l’efficacia della terapia e di determinare l’eventuale presenza di altre aritmie in corso. Una volta completata, la procedura di validazione ha fatto emergere l’esigenza di ulteriori ablazioni nel 73,0% dei pazienti.

“Questo studio è stato il primo a consentire una raccolta sistematica di dati -relativi a una vasta gamma di aritmie- utilizzando il sistema di mappaggio RHYTHMIA”, ha affermato Gerhard Hindricks, M.D., principal investigator e responsabile del reparto di elettrofisiologia presso il Centro di Cardiologia dell’Università di Lipsia. “Va anche sottolineato che il processo di validazione ha permesso di ottenere un quadro preciso del successo della terapia e, inoltre, di identificare nuove aree del cuore per cui erano necessarie ulteriori ablazioni, che altrimenti non sarebbero state trattate.”

Nello studio prospettico, non randomizzato, sono stati arruolati 572 pazienti idonei al mappaggio cardiaco e all’ablazione per il trattamento di un’aritmia, fatta eccezione per quelli a cui era stata diagnosticata una nuova fibrillazione atriale. Le complicanze correlate all’ablazione sono state poche e simili a quelle già evidenziate in precedenza, con solo lo 0,57% dei casi potenzialmente correlato al catetere per mappaggio. “I dati sottolineano il valore che il sistema di mappaggio RHYTHMIA e il catetere per mappaggio INTELLAMAP ORION offrono ai medici che devono diagnosticare e trattare una grande varietà di aritmie”, ha ricordato Kenneth Stein, M.D., vice President Sr e capo della Rhythm Management and Global Health Policy, di Boston Scientific. “Puntiamo sul costante ampliamento della gamma di sistemi per elettrofisiologia e sulle innovazioni che garantiranno ai medici strumenti in grado di offrire cure di altissima qualità.” Lo scorso anno Boston Scientific ha introdotto nei mercati il sistema di mappaggio di nuova generazione RHYTHMIA HDx™, caratterizzato da un design adeguato alle innovazioni e in grado di migliorare l’efficienza dei flussi di attività. K.B.