ONEVIEWX, CASE HISTORY DI UNA TECNOLOGIA INNOVATIVA

È “l’occhio del chirurgo”, strumento innovativo prodotto da SparkBio S.r.l., una società di tecnologie medicali con sede a San Lazzaro di Savena (Bologna).

OneViewX, tecnologia soprannominata fin dall’inizio “l’occhio del chirurgo”, esordì sul mercato nel 2014 nel laboratorio di Elettrofisiologia cardiaca del dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare dell’ospedale Sant'Orsola di Bologna, gestito dal gruppo del professor Giuseppe Boriani e del dottor Mauro Biffi.

Il sistema è stato realizzato da SparkBio S.r.l., azienda che da oltre 25 anni è specializzata nello sviluppo di nuove tecnologie in ambito biomedicale.

Il titolare, Ing. Sebastiano Zannoli, racconta che OneviewX nacque nel 2013 come progetto di ricerca in risposta ad un bando Spinner della Regione Emilia Romagna, dando così a un giovane ingegnere biomedico neolaureato l’opportunità di cimentarsi nella ideazione, progettazione e sviluppo di un nuovo prodotto. “Le grandi idee nascono quasi sempre così, in maniera semplice” conclude Zannoli.

 

Il sistema OneViewX, rappresenta ad oggi la prima tecnologia software marcata CE come medical device per la registrazione simultanea e integrata delle sorgenti video già disponibili nelle sale operatorie ed interventistiche. 

Oltre a registrare e salvare in locale un video della intera procedura interventistica (in formato .AVI), OneViewX consente inoltre la trasmissione sicura tramite internet della procedura e l’interazione tra il personale medico in sala e l’utente remoto che assiste all’intervento. 

Questa funzione ovviamente apre ai medici numerosi scenari e opportunità in termini educazionali e di supporto remoto.

A livello di usabilità OneViewX si distingue per la possibilità di poter gestire tutte le funzioni principali tramite un semplice telecomando a 4 pulsanti.

Tra le altre innovative funzioni del software troviamo anche la possibilità di applicare dei marker temporali alle parti più interessanti della procedura che possono poi essere salvate su un cloud ad accesso protetto tramite login personale a disposizione dell’utente. In questo modo il medico potrà costruirsi la sua personale banca dati dei casi più interessanti, consultarli da PC o App e eventualmente editarli e condividerli con altri medici.

Vista la grande attenzione suscitata dall’entrata in vigore del nuovo Decreto GDPR, la domanda principale che potrebbe essere posta sulla tecnologia è dunque relativa al tema della protezione dei dati sensibili. 

A tal proposito il responsabile dello sviluppo software di SparkBio ci spiega che il sistema OneViewX è la prima ed unica piattaforma disponibile in commercio che assicura la sicurezza e la privacy dei dati paziente tramite un algoritmo software brevettato in grado di anonimizzare all’origine le informazioni personali e sensibili riferite al paziente e all’intervento chirurgico. 

 

Il sistema assicura la proprietà intellettuale nella gestione dei dati ed è conforme ai principali Standard Europei di Compliance Etica (Medtech, Regolamento EU 2016/679, ACCME Standards). 

Esso è inoltre marcato CE come dispositivo medico e dispone di hardware medical grade certificato (IEC 60601 3 Ed. /2007)

 

T.M.D. Srl è azienda partner per la promozione e la diffusione della tecnologia OneViewX nelle chirurgie vascolari e nelle radiologie interventistiche di tutta Italia.