Infermieri attaccati e ingiustamente offesi da uno speaker radiofonico

DI NICOLA CARRASSI*

 

La difficoltà nello scrivere questo articolo è rappresentata senza dubbio dall'impossibilità di spiegare al lettore chi sia il Sig.Roberto Marchetti. In effetti, questo individuo, ha una limitata storia come speaker radiofonico e doppiatore, almeno così apprendiamo da una mini biografia presente sul suo profilo Instagram. Insomma, uno dei tanti, che ogni giorno animano trasmissioni radio, più o meno seguite. Veniamo al motivo, allora, per il quale abbiamo deciso di parlare di 'uno dei tanti'. Forse qualcuno ricorda che si segnalò già, tempo fa, il Marchetti, per sue dichiarazioni ritenute omofobe.

Da qualche giorno, si parla nuovamente di questo signore, che ai microfoni di Radio Globo -che successivamente lo ha sospeso-  si è profuso in una triste dissertazione sulla categoria degli infermieri, con espressioni e ragionamenti iniqui, surreali, irrispettosi, inclassificabili e soprattutto fuori luogo. 

 

Ecco alcune affermazioni, estrapolate dalla diretta radio della trasmissione  “The Morning Show”,  condotta da Marchetti, appunto, con il 'supporto' di Carmen di Pietro, Federico De La Vallée:

 

“Io non sto così tranquillo… se vado ad un pronto soccorso ma è possibile che mi debba valutare uno che ha fatto una triennalina in scienze infermieristiche… io vorrei un dottore!”

 

“Uno quando sta male che va da un dottore o da uno delle pulizie? Possibile che debba farmi visitare da uno che c’ha na triennale, uno che fa le pulizie… che pulisce la gente.”

 

“Quando uno sta male grida “Che c’è un dottore?” Mica dice “Che c’è un infermiere?”

 

 

Ogni commento ci sembra, a questo punto, superfluo. Apprezziamo il comportamento dei responsabili di Radio Globo, che hanno sospeso il conduttore. Inoltre, come rivista di settore, sapendo quanto impegno e dedizione dimostrino ogni giorno infermiere ed infermieri d'Italia, esprimiamo la massima solidarietà e supporto alla categoria. 

Nella speranza che non si verifichino più situazioni del genere, con la certezza, d'altronde, che si proceda a scoraggiare i soliti 'leoni da tastiera', troll e flamer che hanno preoccupato, per le loro minacce, Radio Globo, continuiamo a credere che, per quanto lungo, un percorso di 'ridimensionamento' dei toni usati, ormai in tutti i settori, sia possibile ed assolutamente necessario.

 

*Editor in charge di 12 life, Direttore delle operazione Web


> ARTICOLI SELEZIONATI PER TE>>


1 Valido per spedizioni verso Italia. Per i tempi di consegna verso altri Paesi e le informazioni sul loro calcolo vedi qui: Condizioni di consegna e pagamento